La dislessia fa schifo se non sai come gestirla…

 

Vorresti avere accesso al SISTEMA DI STUDIO PIU’ DIFFUSO (e copiato) nel MONDO per STUDIARE più in fretta, senza distrarti, senza stressarti e con la voglia di mettersi a farlo?

Ho 23 anni e sto facendo un percorso per diventare geometra fatto di tirocini e corsi. Ho sostenuto l’esame di abilitazione alla libera professione di geometra nelle sessioni degli anni 2015 e 2016 senza successo.
Di fatto non ho mai avuto un vero e proprio metodo di studio e l’unica cosa che facevo per studiare era quello di delegare la mia preparazione a terzi facendo tantissime ripetizioni, spendendo molto denaro mio e dei miei genitori. Pensavo che fosse la soluzione migliore per ottenere i risultati, ma in realtà non si dimostrò esattamente cosi.
Prima degli esami ho sempre provato emozioni negative, una delle esperienze più stressanti della mia vita è stato l’esame di maturità, anche se poi in seguito gli esami di abilitazione non sono stati da meno. Ero ansioso perché nonostante il mio impegno nello studio non mi sentivo mai sicuro di me e della mia preparazione. Avevo l’impressione che qualunque cosa facessi per preparami agli esami fosse del tutto inutile, come se sbagliassi sempre qualcosa. Questo mi causava stress, insicurezza, ansia, depressione, nervosismo e tutto questo a inciso anche negativamente sul rapporto con i miei genitori.
Ho avuto sempre diverse difficoltà nell’apprendimento e non capivo quale fosse il vero problema.
Decisi così di rivolgermi a psicologi specializzati nell’apprendimento che, in seguito a vari test, mi diagnosticarono il Disturbo Specifico di Apprendimento: dislessia, discalculia, disgrafia e difficoltà nel mantenere l’attenzione focalizzata. In seguito a questa diagnosi ho ricevuto delle indicazioni su come affrontare lo studio, senza però una vera strategia organizzata, ritrovandomi così punto a capo.
Nell’estate del 2017 decisi di frequentare Il corso Genio in 21 Giorni, anche se onestamente all’inizio, date le mie esperienze passate, fui un po scettico.
Grazie al corso ho acquisito per la prima volta un vero e proprio metodo di studio suddiviso in diverse fasi e completo di strumenti formidabili, come le mappe mentali.
Scelsi di frequentare il corso perché volevo a tutti i costi prendermi la rivincita sul prossimo esame di abilitazione dell’ottobre 2017. Ebbene con mia grande sorpresa sono stato finalmente promosso, dopo tre anni di continui fallimenti era diventato per me un macigno! Lo avevo sostenuto già due volte nei due anni precedenti e l’ho superato soltanto l’anno in cui ho frequentato il Corso Genio in 21 Giorni….coincidenze? Io non credo! Perché oltre ad aver imparato un vero e proprio metodo di studio, ho cominciato a ricredere in me e nelle mia capacità.
Questa volta le mie emozioni antecedenti all’esame sono state totalmente diverse: per la prima volta nella mia vita mi non ho sentito la paura di essere bocciato perché ho avuto in me una consapevolezza che prima non avevo: non bisogna avere paura dei fallimenti ma bisogna avere l’intelligenza di capire cosa va e cosa non va, e di conseguenza capire come migliorare. Anche se il mio percorso di studi è ormai finito non escludo, in futuro di voler intraprendere nuove esperienze di formazione, avendo ora strumenti per poter essere uno studente migliore e di conseguenza una persona migliore che può sfruttare a pieno il suo tempo e le sue risorse.Un grazie speciale va al mio preparatore personale Andrea Finotti, che oltre a essere una persona competente nelle mie materie, è una grande persona a livello umano perché non ti fa sentire di meno per i tuoi difetti, ma ti incoraggia sempre per i tuoi risultati. Penso che tutto ciò abbia un grande valore e penso che il tutoring con lui mi abbia aiutato in qualcosa in più oltre alla semplice preparazione per l’esame. Posso dire che la mia esperienza con Genio in 21 Giorni mi abbia aiutato a crescere in positivo, e di conseguenza la consiglio a chiunque voglia farla.

Ciao, ho frequentato il corso a Padova lo scorso gennaio.
Studio Informatica a Ca’ Foscari, sono un Istruttore di Taekwondo e mi occupo dello sviluppo nel mondo del Web.
Con molto impegno e dedizione sono arrivato al secondo anno di Università studiando circa 4/5 ore al giorno , oltre alle lezioni, avendo comunque risultati mediocri e riprovando varie volte gli esami.

Nello studio non avevo nessun metodo, leggevo e rileggevo finché le informazioni non mi entravano in testa, e vi assicuro che ero molto lento anche a causa della mia dislessia e che nessuno mi avesse mai insegnato a leggere con un metodo.

Ho fatto il corso e lì è iniziata la discesa.

Dopo il corso, mi sono sentito un’altra persona perché ero consapevole di avere tutte le possibilità di terminare l’università nei tre anni di corso.
Dopo quasi un mese mi sento già migliorato sia nella gestione dello studio, visto che ora studio due orette scarse al giorno, ma soprattutto nella concentrazione a lezione.

La lettura veloce mi ha riaperto un mondo che consideravo chiuso perché adesso sento la voglia, anche solo come sfida personale, di leggere un libro nel minor tempo possibile.

Non vedo l’ora di poter fare i primi confronti con la prossima sessione!
Appena avrò risultati nella prossima sessione vi aggiorno!

Sono al quarto anno di Giurisprudenza a Siena.
Ho frequentato due volte il corso Genio in 21 giorni nella sede di Firenze.
La prima volta a dicembre del 2016 conoscendolo tramite pettegolezzi, e ho deciso di dargli subito fiducia, essendo in un periodo abbastanza buio sia per quello che riguardava l’università che per la situazione che riguardava me personalmente.
All’inizio non ero convinta al 100% che con soli 2 giorni e mezzo sarei riuscita a svoltare praticamente il mio modo di essere e soprattutto il mio modo di studiare. Sapendo di avere una bassa autostima e avendo dei problemi di dislessia, ero convinta che niente mi avrebbe aiutata, invece il giorno dopo il corso, quando sono tornata alla vita di tutti giorni, mi sono resa conto che tutto quello che mi era stato spiegato e fatto provare era già applicabile in tutto.
Il mio principale problema prima del corso, oltre a una carriera universitaria disastrosa (3 esami in 3 anni con la media del 18), era il mio carattere chiuso dovuto anche al fatto che mi ero sempre sentita dire a scuola che “non sarei potuta andare oltre, non faceva per me”; l’idea che potesse essere vero mi faceva stare male perché non vedevo un futuro.
Dopo il corso mi sentivo rinata, nuova, piena di forza e di volontà. Subito dopo la prima volta che ho fatto il corso sono riuscita a risolvere tanti problemi dovuti al mio carattere riuscendo ad aprirmi e a buttarmi in situazioni che mai avrei pensato di fare, come riuscire a recuperare un rapporto padre figlia ormai perso e sconfiggere l’ansia in modo definitivo. Ho usato la mia dislessia per facilitarmi ancora di più nelle tecniche.
Gli strumenti che ho usato di più in quel periodo sono stati il brainstorming e il tutoring, aver avuto una persona che mi ha seguita step by step, spronata e resa indipendente, è stato fondamentale!
Dopo aver risolto molte situazioni personali mi sono detta che comunque non avevo ancora finito e ho deciso di voler rifare il corso, sapevo di poterlo sfruttare molto di più. Ho rifrequentato a maggio dell’anno scorso, da lì mi è sembrato di volare, sono riuscita a entrare nel mondo del lavoro senza dover abbandonare lo studio; non ho più dovuto fare rinunce come l’uscire con gli amici; ho deciso di imparare l’inglese come si deve; ho preso il mio primo 30; e dopo anni e anni di studio intenso sono riuscita a superare un esame di storia in soli 3 giorni di studio prendendo un validissimo 23 sentito come un 30 e lode, studiando e memorizzando tutto dal libro e dagli appunti, considerando che per me numeri e date erano solo scarabocchi.
Per riuscire a realizzare questi risultati ho usato principalmente la lettura veloce, la tecnica dei loci e le mappe.
Non smetterò mai di ringraziare Davide Bini che oltre ad essere stato il mio istruttore è stato il mio tutor e mi ha permesso di dimostrarmi che tutti quelli che dicavano che “non sarei potuta andare oltre” si sbagliavano, si sbagliavano di grosso!

Sono uno studente originario forlivese ,iscritto al 4°anno della facoltá di giurisprudenza a Bologna.

Demotivato dagli insegnanti per un blocco: la dislessia.

La demotivazione mi hanno convinto a puntare al risultato minimo,pensando fosse il mio massimo per le mie capacitá,demotivandomi nell’approccio allo studio.

O forse era il metodo sbagliato?

La fatica nella lettura mi ha allontanato dalla sapienza e solo grazie al metodo fornito dal corso genio in 21 giorni sono riuscito a triplicare la velocitá di lettura con il raddoppio della comprensione.

Adesso l’approccio allo studio é cambiato radicalmente da uno studio stancante a vederlo come un divertimento. Non avrei mai pensato che un corso avrebbe potuto cambiare la mia vita in questo modo. Grazie al mio tutor Elio Cardetta

Dopo un solo mese il massimo é diventato il minimo.

Sono un ragazzo che frequenta il quinto anno nell’istituto tecnico agrario Vittorio Emanuele II di Catanzaro.

Ho scelto di frequentare il corso Genio in 21 Giorni perché avevo molti problemi nella scuola e nello studio. Infatti, oltre a non essere mai stato un appassionato della scuola, soffro di disturbi dell’apprendimento (DSA) quali dislessia, disortografia, discalculia, disgrafia ecc.

Avevo ovviamente evidenti problemi di lettura perché utilizzavo delle modalità sbagliate, ovvero quelle che vengono insegnate a tutti, DSA e non, che non mi permettevano di leggere al pari degli altri ragazzi. Infatti, oltre ad essere molto lento, avevo anche una bassa comprensione e tutto ciò mi portava a pensare di essere realmente limitato rispetto alle persone “normali”.

Grazie al corso, che ho frequentato a Catanzaro con l’istruttore Giuseppe Catania, ho scoperto finalmente il modo giusto di leggere e studiare. Ho ottenuto notevoli miglioramenti in comprensione e sono stato capace di leggere ben 5 pagine in 20 minuti. Adesso ciò vi potrà sembrare una cosa semplice e banale. Starete pensando: “Che cazzo ci vuole a leggere 5 pagine in 20 minuti?”…
Prima in 20 minuti leggevo solo mezza pagina.
Prima in 20 minuti leggevo mezza pagina, SENZA NEANCHE COMPRENDERLA!!!
Ho praticamente aumentalo la mia velocità di lettura di 10 VOLTE in sole 2 settimane dall’inizio del corso!
Credo che questo per un DSA sia un grande successo.

Adesso quasi mi diverto a studiare e non ho più problemi di comprensione in nessun tipo di materia.
Questi miglioramenti li devo sì alle tecniche, ma soprattutto a tutti i docenti e preparatori che mi hanno seguito passo passo per tutta la durata del corso e oltre.
Un ringraziamento speciale va a Vincenzo Crivaro che ha adattato a me le tecniche migliorandole oltre ad essere un preparatore personale bravissimo e una magnifica persona.

Da DISLESSICA, giudicata ed umiliata, persino con docenti giunti a suggerirmi un insegnate di sostegno…. ad avere la media del 9!!!

Frequento l’ultimo anno di liceo scientifico.
“È intelligente ma non si applica” é la frase che mi ha accompagnata dalla prima elementare fin quando non ho scoperto Genio in 21 giorni.
Sono dislessica e ho avuto sempre molta difficoltà a scrivere correttamente e poi rileggere ciò che avevo scritto, fare i calcoli a mente o memorizzare concetti di qualunque materia era il mio peggior incubo.
Nei compiti in classe ero sempre l’ultima a consegnare e mi sentivo diversa, per non parlare poi delle interrogazioni , nonostante il giorno prima avessi finito di studiare alle 23:00 e la mattina dopo mi fossi svegliata alle 6:00 arrivavo alla cattedra e mi chiedevo se Dio si fosse dimenticato di donarmi la memoria.
Malgrado queste difficoltà, però, ho sempre ambito a qualcosa di molto impegnativo: entrare alla facoltà di medicina. Non nego che andando avanti nel tempo le mie aspettative andavano scemando.
Dopo il corso Genio in 21 giorni, frequentato a Rende (CS), ho acquisito un metodo di studio più efficiente che mi permesso di accantonare quelle che erano le mie difficoltà dovute alla dislessia.
Ora affronto i compiti in classe senza ansia e ottenendo risultati che mi hanno permesso di passare dalla media del 6 alla media del 9.
Leggo un libro in meno di un giorno, senza mai perdere il filo, riuscendo a ricordare tutto nei minimi dettagli, cosa che prima per me era del tutto impossibile.
Ho riacquistato fiducia in me stessa e sto per realizzare il sogno della mia vita.
Vado a scuola, studio e al contempo preparo il test di ammissione alla facoltà di medicina.

Un ringraziamento speciale va al mio Istruttore Giuseppe Catania che mi ha seguita e supportata.

Ora ti chiedo:

come cambierebbe la tua vita se al posto di uno qualsiasi di questi ragazzi ci fossi tu?
Quanto migliorerebbe la qualità delle tue giornate, quanto migliorerebbe il tuo umore, quanto più tempo avresti da dedicare agli amici – senza per questo rimanere in ansia per quello che non hai studiato -, quanto più felici e soddisfatti sarebbero i tuoi genitori di te?
E quanto tu saresti più contento e rilassato?

Mi chiamo Giulia Martini e sono laureata in economia all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e mi sono specializzata in Managment e Consulenza Aziendale all’Università di Trento.

Sono una persona che ama viaggiare e conoscere nuove culture, ho iniziato all’età di 17 anni frequentando un anno del liceo a Salisburgo. Dopo aver vissuto e lavorato a Milano, Verona e Roma, sono stabile a Barcellona dal 2013.

Sono dislessica, certificata solo all’età di 18 anni.

Se hai letto la mia storia sai che ho sempre vissuto la scuola con mille emozioni contrastanti, da una parte mi piaceva mentre dall’altra mi terrorizzava. Forse accade o è accaduto anche a te.

Non funzionavo nello stesso modo degli altri. I miei disegni erano più semplici degli altri, le mie righe di A o di O, che fai alle elementari per imparare a scrivere, avevano le gambette al contrario, quando si trattava di leggere ad alta voce il mio cuore palpitava, mi si annebbiava la vista e le parole iniziavano a danzare in un modo che non era quello in cui erano scritte. Mi sentivo diversa e tutti non risparmiavano occasione per sottolinearlo.

Non ho ricevuto molti aiuti dalla scuola, non si sono mai interessati di comprendere perché c’erano delle differenze, perché questo disagio, ma si limitavano a dare le loro votazioni, che cadevano su di me come macigni di cui non riuscivo a sopportare il peso.

Ho faticato moltissimo. Molto più degli altri.

Solo con la certificazione a 18 anni sono arrivati i primi aiuti, ma non una soluzione.

La svolta della mia vita è avvenuta mentre camminavo per l’università e una ragazza mi fermò dicendomi che esisteva un modo per studiare rapidamente.

La parola rapido associata allo studio era per me qualcosa di assolutamente sconosciuto, un sogno che non avrei mai potuto realizzare, al contrario ero perfettamente abituata a rinunciare a svariate cose: tempo libero, uscite con gli amici, week-end di sano relax, sport, ecc.

Non ho esitato due volte, ero troppo curiosa, dovevo scoprire di che cosa si trattasse.

Sono andata alla presentazione del corso già con l’idea che mi sarei iscritta, anche se ero un po’ incredula che potesse realmente funzionare su di me… Voleva dire che esisteva una soluzione alle mie difficolta.

Dopo aver incontrato le tecniche di apprendimento, cioè un modo di imparare diverso da quello a cui ero stata abituata fino a quel momento, un metodo che rispettava anche le mie caratteristiche di persona dislessica, quindi un metodo che funzionava, la mia vita cambiò completamente.

La mia vita cambiò perché anche io potevo studiare ottenendo i risultati che volevo senza rinunciare ad avere una vita. Mi sono potuta laureare in corso, senza pagare ulteriori soldi all’università, mi sono laureata anche alla specialistica, senza mai frequentare una lezione perché lavoravo.

Ho ottenuto dei risultati che mai mi sarei potuta immaginare e questo ha fatto sì che cambiassero anche diverse dinamiche nella mia vita, ho iniziato ad avere molta più fiducia in me stessa, ho cambiato il modo in cui mi vedevo.

Dopo svariati lavori nell’ambito economico e delle risorse umane ho scelto di trasferirmi in Spagna e aiutare le persone a scoprire il loro potenziale attraverso le tecniche di apprendimento.

Ho deciso di mettere al servizio la mia storia per aiutare i genitori di figli dislessici a non farsi schiacciare dal mostro della dislessia, a indiziarli nel comprendere che non possono chiedere ad un pesce di salire sull’albero, ma possono insegnarli a nuotare in modo tale che abbia le possibilità di godere dei mari più belli ed essere felice.”

Sì, bello, ma in pratica di cosa si tratta esattamente?

Immagina per un istante di non aver MAI visto il mare, di non sapere proprio cosa sia. Non hai mai visto una foto, non l’hai mai visto in TV, non conosci neppure la parola “mare”. Un certo giorno incontri una persona che non hai mai conosciuto che ti dice “Sai, la scienza ha dimostrato che stare al mare aiuta il cervello in modo incredibile” (tra l’altro questa ricerca esiste davvero!).

Tu lo guardi stupito e gli chiedi: “Stare dove scusa?”

“Al M-A-R-E! Hai presente no, cos’è il MARE? Quella cosa grandissima, che sembra non finire mai, con un profumo meraviglioso, la sabbia calda, il suono dei gabbiani, il tramonto, le onde che ti accarezzano la pelle, il fruscio delle onde…”

E tu, secco e anche piuttosto infastidito: “NO, non ho presente. Non mi pare un granchè, questo mare, ho vissuto fino ad oggi senza, posso continuare a vivere senza anche per il resto della mia vita”.

Quella persona però, che invece SA esattamente quanto bene ha fatto alla sua vita e alla sua salute il vivere al Mare, vuole che assolutamente tu conosca DI PERSONA quanto bello è, quanto potente è, quanto rivoluzionario è per la tua vita e il tuo benessere. Ma tu, non conoscendo né quella persona, né il MARE, ormai te ne sei già andato, perdendo un’occasione certa di avere almeno il beneficio di una boccata di aria sana.

Magari il MARE poi alla fine non ti piaceva e non faceva per te. Magari tu sei uno di quelli che amano solo la montagna, ma di sicuro una gita al mare ti ossigena i polmoni e non ti può fare nessun male, anzi!

Ecco, il corso è come il MARE di questa storia. Noi che usiamo questi strumenti ogni giorno sappiamo esattamente quanto siano veri gli studi degli scienziati che dicono che usiamo solo una piccola percentuale delle potenzialità del nostro cervello.

Ma proprio come il tizio della storia, so che esiste un solo modo per non perdere l’opportunità di far conoscere questo immenso beneficio alle persone ed è quello di fargli vedere il MARE di persona.

Quindi: il corso (come il mare della storia) è una cosa che voglio tu venga ad intravedere di persona.

Partecipando alla presentazione (gratuita e SENZA nessun impegno) del corso Genio in 21 giorni avrai modo di:

  1. Vedere di persona come si vive al mare J In altre parole vedrai con i tuoi occhi i risultati che si possono ottenere quando si ha un metodo di studio finalmente efficace (e non i soliti, vecchi e inefficaci metodi che ti insegnano a scuola!)
  2. Comprendere come funziona il corso e toccare con mano TUTTE le strategie che vengono insegnate.
  3. Parlare personalmente con un esperto di apprendimento che saprà rispondere a tutte tue domande e spiegarti, per la prima volta, come potrai usare un metodo di studio efficace PROPRIO PER TE.

So che hai già provato tante cose e che troppo spesso sei rimasto deluso. È successo anche a me. Credimi.

Ma ci tengo davvero che tu colga quest’occasione e voglio dare la stessa opportunità che ho ricevuto io a un’altra persona che merita, come io lo meritavo, di trovare ciò che possa aiutarla realmente a competere ad armi pari, anzi, per una volta, con un vantaggio reale rispetto a tutti gli altri!

RIEMPI IL FORM E PRENOTA IL TUO POSTO ALLA PRESENTAZIONE

Prenota il mio posto alla presentazione

Questo form memorizza il tuo nome, il tuo cognome, la tua mail, numero di telefono e città.